D.E.P. – Dizionario Essenziale della Politica 2011

Il linguaggio della politica oggi è sempre più complesso. Cosa vuol dire “Commissione parlamentare”? Chi emana i “Decreti legge”? E il “Question time”, cos’è? A questa e a tante altre domande troverete risposta consultando il nostro nuovo “Dizionario Essenziale della Politica 2011”. Buona lettura.

——————————

 

ssemblea costituente: organo preposto alla stesura di una Costituzione, solitamente è seguito dall’Assemblea ricostituente, che si riunisce per determinare come eludere le norme costituzionali
icamerale: locale a due vani, pagato dai contribuenti come ufficio, solitamente atto ad ospitare i festini degli onorevoli
ommissione parlamentare: attività per la quale paghiamo 4.000 euro al mese ogni portaborse. Una commissione parlamentare, ad esempio, può essere andare a comprare il giornale o le sigarette, oppure prenotare un tavolo alla bouvette
ecreto legge: frase con cui Berlusconi ordina che sia approvata una proposta di legge
uroparlamento: chiacchiericcio intorno alla necessità di avvicinarci all’Europa che viene meno ogni volta che una sentenza non ci sta bene
inanziaria: nome in codice col quale determinati deputati dell’opposizione identificano una maggioranza in cerca di voti
rosse Koalition: il motivo per cui le votazioni mattutine cominciano in ritardo. Ci vuole tempo per mangiare quindici cornetti
onoris causa: unico modo che ha il parlamentare italiano medio per conseguire una laurea
ndipendenza: liberazione dalle pendenze giudiziarie, nonchè uno dei punti fondamentali del programma dell’attuale Governo
egge obiettivo: proposta di legge finalizzata a punire un bersaglio specifico, nella maggior parte dei casi la magistratura
inistero degli Esteri: dicastero le cui decisioni sono direttamente determinate dagli americani, che fanno come cazzo gli pare
azionalità Italiana: l’unico requisito necessario per poter essere eletti; non è richiesta l’esenzione da condanne per corruzione o omicidio
pposizione: 404 Page Not Found
remio di maggioranza: elargizione in denaro, a volte sotto forma di bonifico, nei confronti dei parlamentari che abbandonano l’opposizione per salvare il governo
uestion time: il momento in cui l’elettore, guardando un dibattito parlamentare, si chiede “Ma chi cazzo abbiamo votato?”
epubblica: foglio di provincia la cui redazione è invasa da feroci marxisti baffuti
eduta plenaria: il motivo per cui le votazioni pomeridiane cominciano in ritardo. Dopo pranzo è difficile alzarsi dalla sedia
agli alla spesa: modalità di risparmio adottata dai parlamentari quando prendono più pane alla bouvette per non doverlo comprare dal salumiere
nità nazionale: ideale patriottico che si manifesta ogni quattro anni in coincidenza di un’importante manifestazione calcistica
oto segreto: procedura che consiste nel non dichiarare il proprio voto fino all’ultimo per scatenare simpatiche aste al rialzo
ecca dello Stato: parlamentare eletto per più di cinque legislature consecutive
Annunci

2 commenti to “D.E.P. – Dizionario Essenziale della Politica 2011”

  1. Democrazia = possibilità di trombare chi vuoi
    Regime = tromba solo il premier

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: